Yes Your Easy Shop: l'arte del semplificare

Complicare è facile, semplificare è difficile.

Per complicare basta aggiungere, tutto quello che si vuole: colori, forme, azioni, decorazioni, personaggi, ambienti pieni di cose. Tutti sono capaci di complicare. Pochi sono capaci di semplificare."

(Bruno Munari)

Esiste un diffuso pregiudizio secondo cui la stupidità sia semplice e l’intelligenza complicata. Invece, è quasi sempre vero il contrario, laddove quest’ultima, per raggiungere la sua piena efficacia e chiarezza, deve necessariamente evolversi verso la semplicità.
 

Nel cuore del problema

C’è un nemico invisibile che, al giorno d’oggi, regna imperterrito intorno a noi, alimentando, seppur a volte inconsciamente, la paura del fallimento: è la complessità. Tutto e di più. Tutto e subito. Sempre di più. Questo è diventato la nostra società: una rincorsa continua alla perfezione e all’impeccabilità, al costante aggiornamento per non rimanere indietro, al ricoprire ruoli o svolgere mansioni sempre più ‘complesse’, appunto. Una «società dell’eccesso», dove il troppo è diventato normale e il senso della misura qualcosa di arcaico.

Forse non esiste più nulla che possa dirsi semplice o che accada così, semplicemente. I fatti, le storie, le cose, i rapporti con gli altri e anche quelli con sé stessi sono tutti sempre più complicati, sempre più un groviglio, un labirinto, una confusione. Non c'è alcun dubbio che il passare degli anni abbia suscitato situazioni probabilmente molto più complesse, nella forma e nella sostanza, rispetto a quelle di un tempo. Così come non si può mettere in discussione il fatto che talvolta, proprio con la complessità, si possa generare un confronto alquanto produttivo. 
Però, al contempo, diventa anche necessario considerare che alle volte noi facciamo sforzi disumani per riuscire a complicare la semplicità, per trasformare in tortuoso quello che è lineare, in difficile ogni cosa facile. Fino al punto da sentirsi sopraffatti, dispersi nei meandri delle complessità che noi stessi elaboriamo e con cui facciamo ogni giorno i conti.

Esiste un antidoto? Ovvio che sì. Bisogna tendere maggiormente alla semplificazione, bisogna imparare a togliere, invece che aggiungere, per rendere più facile la vita a quelle persone che, travolte come non mai da un overload di informazioni, si trovano in difficoltà a compiere le scelte perfino più banali. Come ogni altra arte, anche quella della semplicità presuppone un metodo ben preciso: quello di eliminare qualsiasi elemento che risulti superfluo, ridondante, comunque non essenziale, chiedendosi in che modo si può tradurre semplicemente quello che è già semplice oppure in che modo si può rendere semplicemente quello che è, o soltanto sembra, complicato.

La nostra soluzione: Yes Your Easy Shop

Anche noi abbiamo deciso di rispondere alla complessità con questa parola d’ordine, che rappresenta la vera essenza della nostra creazione: semplicità. Come l’abbiamo raggiunta? Togliendo, sottraendo, riducendo. Non si è trattato, infatti, di partire da qualcosa di semplice, ma di arrivarci un passo alla volta, come uno scultore che scalpella incessantemente la pietra, arrivando anche levigare i dettagli minimi, fino a completare la sua statua.
Si dice che le migliori invenzioni che funzionano siano proprio quelle semplici e anche efficaci. Nel gesto del semplificare, infatti, si nasconde l’ingegno di un’opera che sa farsi comprendere e apprezzare da chiunque, e la creatività di chi ha saputo divincolarsi dai tentacoli della complessità.
Vogliamo fare una verifica? Distogliete per un attimo l’attenzione da quello che state facendo e provate ad immergervi nella semplicità racchiusa nei pochi passaggi che andrò a descrivere.
Immaginate di trovarvi davanti al vostro pc o con in mano il vostro smartphone e, per sopperire ad un’improvvisa necessità, avete bisogno di inserire un nuovo prodotto all’interno del vostro negozio virtuale. In entrambi i casi questa mansione richiederà i seguenti e rapidi step: inserire il nome del prodotto, una foto, una descrizione e un prezzo. Così facendo, il vostro prodotto risulterà già inserito nel database.

Non pare poi così difficile, giusto? Può sembrare un paradosso, eppure la semplicità è una delle cose più difficili da raggiungere, anche perché una soluzione semplice, infatti, non è mai frutto di poco sforzo. Anzi, di solito è proprio il contrario e richiede intelligenza, intuito e creatività. Tuttavia, ne è valsa la pena tentare, per un motivo specialmente: la consapevolezza di aver creato un softwareomnibus’, cioè per tutti, che possa rispecchiare le esigenze e le capacità di qualsiasi utente ma che, soprattutto, possa annientare, si spera definitivamente, quegli antichi e ormai consolidati retaggi sul cambiamento, associato di continuo alla paura di fallire. Yes Your Easy Shop potrebbe diventare seriamente il vostro elisir di rinnovata fiducia. Benvenuta alla nuova frontiera della semplificazione.
 
 
Tags
numero-verde