Local e-commerce: il trend di vendita online per i negozi di quartiere

E’ noto che il biennio 2020-2021, complice l’emergenza pandemica, abbia contribuito ad accelerare i percorsi di digitalizzazione del settore Retail ed abbia portato a dei cambiamenti radicali nelle abitudini di acquisto dei consumatori.

Gli utenti si affidano sempre di più al mondo digitale per scegliere i prodotti più adatti alle loro esigenze, e se in passato gli acquisti online erano accompagnati da diffidenza, oggi l’e-commerce si è insediato stabilmente fra i canali di vendita delle aziende, anche delle piccole attività come i negozi di quartiere.

Oggi sono 46,1 milioni gli utenti italiani che utilizzano soluzioni di acquisto ibride, passando dal negozio digitale a quello fisico e viceversa e rendendo una pratica comune quella che due anni fa era solo una teoria: l’omnicanalità.

Ambito sempre in continua evoluzione, l’e-commerce cambia di pari passo con gli stili di vita dei consumatori. Questa sembra essere l’era di nuovo rapporto tra commercio tradizionale e vendite online, l’era del local e-commerce.

Che cos'è il local e-commerce e come è nato?

Chiamato anche e-commerce di prossimità, oggi il local e-commerce è uno dei principali trend delle vendite online, un modello che le piccole attività hanno adottato per vendere servizi o prodotti a clienti che abitano nelle zone limitrofe a loro. Prima del 2020 e della pandemia non si sentiva parlare spesso di vendite online di quartiere ed il motivo principale è semplice: era uso comune per tutti fare i propri acquisti online sui siti dei grandi colossi del digitale, come Amazon ed eBay, e per i commercianti locali non era pensabile fare loro concorrenza. Ma il Covid-19 ed il lockdown hanno cambiato lo scenario.

I commercianti di quartiere, complice la necessità, si sono affidati agli strumenti online, iniziando ad utilizzare soluzioni informatiche per e-commerce, consegne a domicilio o asporto: l’online era in quel momento l’unica risorsa grazie alla quale poter vendere i propri prodotti e servizi. E gli acquirenti, dal canto loro, si sono velocemente abituati a rivolgersi al negozio sotto casa anche attraverso i canali digitali.

In pratica, il local e-commerce è stato un vero e proprio salvagente per tanti piccole attività che hanno rischiato di chiudere durante la pandemia.Le vendite online di quartiere hanno conosciuto uno sviluppo velocissimo e questo commercio, nato come una soluzione emergenziale, è diventato un modello di business stabile. Oggi, dopo due anni dal lockdown, tanti commercianti hanno continuato a mantenere, oltre al negozio fisico, anche i canali digitali di vendita.

Questo modello permette di soddisfare ogni tipo di cliente, sia quello che preferisce recarsi nel negozio sotto casa per quattro chiacchiere con persone di fiducia, sia la persona che non ha tempo di fare i suoi acquisti in bottega e preferisce utilizzare l’e-commerce, sia il cliente “ibrido”, a cui invece piace chiedere informazioni online prima di andare fisicamente nel punto vendita.

I punti chiave di un local e-commerce di successo

Quali sono le caratteristiche principali di un local e-commerce ben strutturato?

Contenuti sempre aggiornati

Prima regola: concentrarsi sul cliente.
Partendo da ciò che maggiormente lo interessa, dovremo preoccuparci di fornirgli tutte le attenzioni di cui necessita, anche attraverso contenuti sempre aggiornati e di qualità, promozioni ed offerte.

Soluzioni ibride e pagamenti dilazionati

Come dicevamo prima, il local e-commerce attirerà clienti con abitudini di acquisto diverse, pertanto una soluzione ibrida di vendita sarà una strategia vincente.
Includendo la possibilità di ritirare in negozio la merce già pagata, inserendo le consegne a domicilio fra le opzioni oppure dando la possibilità di ordinare i prodotti online pagandoli direttamente al ritiro in sede, andremo incontro ad un’ampia gamma di necessità.
Anche i pagamenti dilazionati online, sempre più diffusi, sono l’ideale per chi cerca flessibilità: sono i cosiddetti Buy Now Pay Later (BNPL, letteralmente “compra ora paga dopo”) che permettono di suddividere il costo totale in rate mensili e senza costi aggiuntivi.

Assistenza online

Un cliente che sceglie il local e-commerce spesso conosce già il negoziante e il negozio, aspettandosi quindi, quando ha bisogno di un’informazione oppure ha un problema, un dialogo più umano rispetto ai colossi digitali.
E’ importante riuscire a costruire un’efficiente servizio di assistenza clienti online, risorsa estremamente importante per mantenere delle buone relazioni con la propria clientela.
Tags
numero-verde